La partecipazione italiana come Ospite d’onore alla seconda China International Import Expo ha il suo centro nel Padiglione nazionale d’immagine, allestito nella Hall 5.2 del centro fierstico NECC di Shanghai. Il Padiglione e’ stato realizzato sulla base dell’idea progettuale vincitrice del concorso di progettazione lanciato da ICE-Agenzia a maggio 2019. L’idea originale, proposta dall’Arch. Franco Bernardini, prevede la costruzione di quattro strutture evocative di altrettanti elementi iconici del paesaggio urbano italiano, uniti a formare una scenografia che riflette l’impegno instancabile alla ricerca dell’eccellenza in ogni campo del vivere umano.

Ispirato da una tradizione culturale che non perde il suo fascino con il trascorrere dei secoli, il progetto trasforma i 256 mq. del Padiglione in un percorso ideale attraverso un’”Italia in miniatura” ricca di contenuti e di sorprese, arricchito dall’esperienza visiva delle proiezioni storiche che animano le pareti dei monumenti principali e dalla possibilita’ di intraprendere viaggi virtuali alla scoperta delle citta’ rievocate nel Padiglione.

Il richiamo alle “Citta’ metafisiche” del grande pittore italiano Giorgio de Chirico viene quindi a fondersi con il racconto del design italiano, esposto attraverso una selezione di prodotti curata dall’Associazione per il Disegno Industriale, e con la presentazione di quattri giovani stilisti coordinati dalla Camera Nazionale della Moda Italiana. Gli schermi collocati presso il Padiglione presentano un nuovo video evocativo per la promozione del Made in Italy, declinato su tre linee tematiche definite rispettivamente “Technology”, “Awareness” e “Heritage”, ed un’applicazione interattiva che consente di esplorare da vicino alcuni fra i settori industriali piu’ importanti del sistema Italia.

 

 

 

 

 

 

Padiglione nazionale Italia con i monumenti principali (nella foto di sinistra: Torre di Pisa e Colosseo; nella foto di destra: Duomo di Milano)

Le visite al padiglione Italia alla CIIE 2019 sono ancora più ingaggianti grazie alla tecnologia (nella foto: visore per il viaggio virtuale attraverso l’ “Italia in miniatura” )