Come a coronare il 15esimo anniversario della partnership strategica tra Italia e Cina, il Presidente cinese Xi Jinping era in Italia la scorsa settimana.

Dal 21 al 23 marzo 2019, il Presidente Sergio Mattarella e il Premier Giuseppe Conte hanno accolto il Presidente Cinese durante la sua visita nel Bel Paese, dove si è firmato il Memorandum d’Intesa tra i due Stati.

In particolare, l’obiettivo degli intendimenti è stato quello di rafforzare la cooperazione bilaterale tra Italia e Cina, a sostegno dell’iniziativa “Belt and Road”, la quale sottende il miglioramento della connettività tra Cina ed Eurasia. Il progetto infrastrutturale-commerciale indetto dai cinesi ha le potenzialità di veicolare un terzo di tutto il commercio mondiale e coinvolgere il 60% della popolazione del pianeta. 

Come “un albero alto e rigoglioso, dalle radici forti e profonde”, la relazione tra Roma-Pechino è stata consacrata dalla firma di accordi pensati per essere win-win: la collaborazione nell’ambito della “Via della Seta Economica” coinvolge i settori delle infrastrutture, energia e finanza, con il fine condiviso da entrambi i Paesi di adottare un approccio sostenibile e rispettoso dell’ambiente.

Ad oggi, L’Italia è la prima e unica tra gli Stati del G7 ad aver aderito all’iniziativa del Presidente Xi Jinping del 2013. Oltre agli accordi legati alla Belt and Road, è stato anche confermato in quei giorni che l’Italia sarà Paese ospite onorario alla seconda China International Import Expo (CIIE), che si svolgerà a Shanghai quest’autunno.